Skip to content

Falso mito #1 – I grassi saturi fanno male

Da quando seguo la dieta paleo mi trovo spesso a discuterne con amici, colleghi etc. e le domande che ne vengono fuori sono più o meno sempre le stesse: “ma non starai mangiando troppa carne?”, “ma sei pazzo a mangiare le uova tutti i giorni?”, “e come la metti con i grassi saturi?” e via dicendo.
Le persone basano la loro conoscenze nutrizionali su quella che Mark Sisson ha definito conventional wisdom. In italiano potrei tradurlo come il modo di pensare tradizionale ovvero l’insieme di tutte le credenze e le opinioni che si sono diffuse nell’ultimo secolo.

Uno degli obiettivi preferiti della conventional wisdom sono i grassi saturi, ritenuti i colpevoli del considerevole aumento di attacchi cardiaci negli ultimi decenni.
Dove si trovano i grassi saturi? Carni rosse, burro, uova, cocco, formaggi etc.

saturated_fats_red_meat_2
In genere la tesi è questa: troppi grassi saturi fanno aumentare il colesterolo cattivo, l’LDL, che ottura le arterie e porta all’infarto.
Vediamo dove sta l’errore.

I dati scientifici

Nessuna ricerca o studio ha provato che un considerevole consumo di cibi ricchi di grassi saturi aumenta il rischio d’infarto. Anzi, è stato invece provato il contrario. Uno studio mastodontico – Multiple Risk Factor Intervention Trial – ha seguito due gruppi di individui per 9 anni: il gruppo A seguiva una dieta ricca di carne, burro etc. mentre il gruppo B è stato sottoposto ad un regime a basso contenuto di grassi: lo studio è stato un fallimento completo, gli attacchi di cuore sono stati più numerosi nel gruppo B.

Il paradosso di Gary Taubes

Nel suo penultimo libro ‘Perchè si diventa grassi’ Gary Taubes ci sottopone un ragionamento impeccabile che riporto pari-pari:
“Gli uomini di mezza età con la pancia sono sempre stati degli ovvi candidati a un attacco cardiaco. Il grasso – almeno al di sopra della vita – e la patologia cardiaca procedono mano nella mano […] E quindi, se i carboidrati rendono grassi, cosa che fanno, e i grassi o i grassi saturi causano la patologia cardiaca (come le autorità ci dicono) allora ci troviamo di fornte ad un paradosso: adesso la dieta che ci fa dimagrire in modo naturale è anche la stessa dieta che ci provoca la malattia cardiaca”Il ragionamento non fa una piega: se mangio pasta tutti i giorni mi viene la panza, il che mi espone considerevolmente di più ad un attacco cardiaco.”

Tutto ciò significa che seguendo una paleodieta dobbiamo/possiamo mangiare entrecote di manzo tutti i giorni? Ovviamente no.
Oggi i veri rischi legati al consumo di carni rosse derivano dala scarsa qualità dei prodotti che si trovano soprattutto nei supermercati. Per fare un esempio diretto: una bistecca da 3,50€ ha sicuramente qualcosa che non va. L’ideale è quello di consumare carne rossa esclusivamente grass-fed ovvero da mucche alimentate a erba. Questo non è facile nè accessibile per tutti ma si può comunque stare attenti e comprare da fonti sicure.

Personalmente mi rifornisco su Cortilia, un servizio online dove far la spesa presso una serie di agricoltori certificati. Oppure se avete tempo e siete più romantici recatevi dal buon vecchio macellaio di paese.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *